/ Settembre 10, 2018/ Z@mpa Blog/ 0 comments

In un insolito caldo e soleggiante pomeriggio di settembre, abbiamo deciso di andare alla scoperta di una delle residenze estive della famiglia Gonzaga di Mantova.

Sabbioneta ZampaMente

Dopo aver gustato un succulento piatto di tagliatelle all’anatra presso l’Agriturismo Valle 5 di San Girolamo di Guastalla (RE), siamo andate a fare due passi per il centro di Sabbioneta (MN).Sabbioneta è una piccola ‘città ideale’, e insieme a Mantova, è stata proclamata patrimonio dell’umanità UNESCO. Dopo aver apprezzato una piccola parte delle mura antiche della città, essenzialmente ci siamo soffermate per lo più tra Palazzo del Giardino, il Corridor Grande e il parco antistante. Ci siamo prolungate sino al Teatro all’Antica, ma era chiuso. I primi due erano aperti al pubblico, e con grande gioia ho potuto constatare molti turisti stranieri, in particolare francesi. 

Sabbioneta ZampaMente Gioco

Con Olivia non abbiamo potuto accedere, però sono certa che ne valga veramente la pena. Dal prossimo week end tra l’altro sarà possibile prendere visione dei lavori di restauro conclusi di recente, e il recupero/ricostruzione del ‘Giardino de la Fondata’. Nell’area antistante la galleria e il palazzo un ampio giardino verde consente di potersi riposare e riparare dal caldo sole. Onestamente non ho ben compreso se su tutta l’area verde fosse o meno interdetto l’ingresso ai cani. Un cartello indica il divieto a cani liberi, un altro prescrive l’uso di guinzaglio e di museruola.

A prescindere dal fatto che mi pare un divieto un po’ troppo estremo (mi riferisco alla museruola) sta di fatto che, visto il caldo di ieri, un breve momento di gioco e di ristoro io e il mio quattro zampe ce lo siamo concesso.

Sabbioneta ZampaMente Riposo
Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*